Una persone su tre non può permettersi medicinali: l’appello disperato di Oxfam ai leader del mondo

25 settembre 2017 16:01 di danila

Alla 72° Assemblea generale delle Nazioni Unite, avvenuta a New York, l’Oxfam ha lanciato un appello all’Onu per far sì che i cosiddetti farmaci ‘salvavita’ siano accessibili a tutti entro il 2018. E per ‘tutti’ si intendono quelle persone, una su tre nel mondo e ben metà delle popolazioni di Africa e Asia, che non possono permettersi cure essenziali. Non solo:  ogni anno oltre 100 milioni di persone dichiarano bancarotta personale (nel 2007 il 60% negli Stati Uniti) proprio per acquistare medicine fondamentali per la propria salute o quella della famiglia. Ciò accade perché alcuni paesi, leader dell’economia mondiale, in primis proprio gli Stati Uniti, antepongono gli interessi dell’industria farmaceutica, che hanno in pugno i brevetti, innanzi a quelli delle persone, contravvenendo alle raccomandazioni dell’High Level Panel (Comitato per le minacce ad alto rischio delle Nazioni Unite) che invitava, soltanto un anno fa, ad abbassare i prezzi dei medicinali.

Winnie Byanyima, direttrice generale di Oxfam International e membro dell’High Level Panel dell’Onu per l’accesso ai farmaci, ha spiegato: “Molti paesi stanno bloccando un’azione fondamentale, che garantirebbe a milioni di persone l’accesso a farmaci salvavita. Dovrebbero, invece, dare priorità alla salute delle persone piuttosto che ai margini di profitto dell’industria farmaceutica“.

2 milioni di persone nel mondo muoiono ancora di morbillo, pertosse e dfiterite perché escluse dall’accesso ai vaccini. I trattamenti anti-cancro, negli ultimi 15 anni in Europa, è aumentato di 5 volte. L’epatite C è una delle piaghe più insistenti dei paesi più poveri: oltre 180 milioni i malati nel Sud del mondo, per tacere dell’Hiv. Negli Stati Uniti persino l’insulina ha subito un impennata, costando il 7% in più, quindi un solo mese di trattamento supera i 900 dollari.

In occasione dell’anno di Presidenza italiana del G7 e del vertice dei Ministri della salute che si terrà a Milano a inizio novembre, Oxfam si rivolge ai leader del mondo, in particolare a quelli italiani, affinché si pongano in prima linea e sensibilizzino il mondo intero su un tema delicatissimo come quello della salute mondiale, in nome della quale si dovrebbe operare contro il lucro delle case farmaceutiche.