Psoriasi cura definitiva 2017: introdotto anche in Italia il farmaco “rivoluzionario”

25 settembre 2017 11:25 di danila

Che cos’è la psoriasi? La psoriasi è una malattia infiammatoria della pelle cronica e non contagiosa, che si manifesta con la comparsa di chiazze e placche rose, tendenti al rosso, ricoperte da squame bianche. In Italia quasi 2 milioni di persone ne sono affette, nel mondo facciamo riferimento ad una percentuale che pare sia stimata intorno al 5%. Questa malattia epidermica è molto rara nei bambini, insorge generalmente intorno ai 20 anni e attacca indifferentemente sia gli uomini che le donne. La psoriasi in estate tende a regredire, per poi ritornare nuovamente durante la stagione invernale. Esistono diverse forme di psoriasi (volgare, guttata, inversa, eritrodermica, pustolosa e del cuoio capelluto), ognuna delle quali colpisce diverse zone del corpo. La più comune è proprio quella volgare (80% dei casi) e si concentra soprattutto su gomiti, ginocchia, mani, cuoio capelluto.

La psoriasi è una malattia che può determinare indirettamente l’insorgenza di altre problematiche, che influenzano la vita sociale di chi ne è colpito: mostrare il proprio corpo ricoperto di macchie, che tra l’altro in alcuni casi provocano anche fortissimo prurito, secchezza, bruciore, può distruggere l’autostima e causare persino depressione. Che sia o meno una malattia psicosomatica, la ricerca è approdata ad un farmaco che per fortuna sembra essere molto efficace per il suo trattamento, alcuni lo hanno definito persino “rivoluzionario“.

A Ginevra, durante il Congresso della European Academy of Dermatology and Venereology (EADV), è stata presentata la terapia che interessa i pazienti con psoriasi cronica a placche da moderata a grave. È stata la Commissione Europea, lo scorso giugno,  ad approvare il medicinale, un prodotto orale a base di dimetilfumarato (DMF), un composto dell’acido fumarico con proprietà antinfiammatorie e immuno-modulanti.

Il prodotto era disponibile solo in Germania, Olanda, Austria e in alcuni Stati del Nord Europa, ma ora potrà arrivare anche in Italia. Giampiero Girolomoni, direttore dell’Unità Operativa di Clinica Dermatologica all’Ospedale Borgo Trento di Verona, ha spiegato :

Dimetilfumarato è un composto dell’acido fumarico che esplica la sua attività bloccando la produzione di citochine proinfiammatorie. Si è dimostrato efficace nel trattamento, anche a lungo termine, della psoriasi a placche moderata-grave. Un numero significativo di pazienti trattati con dimetilfumarato ha, infatti raggiunto il PASI 75 dopo 16 settimane di trattamento. Il PASI (Psoriasis Area Severity Index) è un indice creato per valutare la gravità delle lesioni psoriasiche e la loro estensione e PASI 75 è storicamente considerato l’obiettivo primario del trattamento della psoriasi. Quindi questo medicinale si inserisce nell’armamentario terapeutico dello specialista dermatologo“.

Il consiglio è quello di affidarsi a dermatologi specializzati nella trattamento della malattia, che sapranno fornire un vademecum ottimale e personalizzato soprattutto riguardo l’alimentazione più corretta da tenere.