Depilazione intima rischiosa per uomini e donne: ecco cosa consigliano gli esperti

25 settembre 2017 12:13 di danila

Otto donne su dieci, under 45, trovano necessario depilare accuratamente le zone più intime del corpo, sì come il 66% degli uomini, che regolarmente elimina i peli pubici, e entrambi per una questione di igiene ma soprattutto per piacere di più al proprio partner. Questi sono i dati, che si ricavano da una recente ricerca pubblicata su JAMA Dermatology e che ha coinvolto 7500 persone tra uomini e donne. La depilazione intima va di moda da anni ormai, non è un caso, infatti, che più della metà delle donne abbiano provata almeno una volta nella vita, incuranti del dolore, la famosa ceretta brasiliana. Per quanto venga considerato quasi indispensabile eliminare i peli nelle zone più intime, in realtà dalla ricerca sopra citata sono emersi alcuni rischi, che è bene tenere presente in ogni caso.

Uno su quattro degli intervistati ha dovuto risolvere, almeno una volta, problemi a seguito dell’utilizzo di cerette, rasoi e simili; l’1,4% ha dovuto persino consultare un medico per poterli risolvere. Il rischio maggiore? le lacerazioni (61%), come sottolineato da Matthew Truesdale, urologo dell’università di San Francisco e autore dello studio appena pubblicato, seguite da ustioni (23%), arrossamenti o irritazioni cutanee (12%), problemi che si sono verificato in alcuni casi anche 5-6 volte. I soggetti più a rischio, ovviamente, sono quelli che hanno più peli o che si depilano spesso, ma in generale le donne sembra siano i soggetti più sensibili.

I peli, nelle zone più intime, vengono considerati poco igienici o  affatto estetici, quando in realtà sono una barriera difensiva per i genitali, in quanto impediscono  il proliferare di lieviti e funghi e intrappolano i germi esterni. La depilazione totale viene, dunque, sconsigliata dagli esperti, perché può compromettere la flora batteria locale favorendo l’insorgere di infezioni sempre più frequenti e resistenti. Il rasoio è uno dei metodi più sconsigliato, perché allunga i tempi di ricrescita e, quindi, più frequenti saranno le depilazioni, più frequenti di conseguenza i rischi; la ceretta, invece, il metodo potenzialmente più consigliato, ovviamente se eseguito da mani esperte. Esistono anche sistemi definitivi per l’eliminazione del pelo, luce pulsata o laser, che però tratteremo in un articolo a parte.

Ricordiamo il consiglio lanciato dall’autore della ricerca: “I problemi gravi sono rari, ma i contrattempi non mancano. Occorre perciò fare molta attenzione quando ci si depila nelle zone intime“, ha spiegato Truesdale. Facciamone tesoro.